Zootecnia, Guidi: “Rilanciare gli allevamenti del Mezzogiorno, nel mix tradizione e innovazione. Dalla crisi si esce con una puntuale e condivisa strategia”

“La zootecnia meridionale va potenziata e rilanciata, ha un ruolo fondamentale per la tenuta dell’economia locale, non solo agricola, si inserisce in tradizioni consolidate dell’agribusiness”. Lo ha evidenziato il presidente di Confagricoltura Mario Guidi. Ad avviso del presidente di Confagricoltura è importante la diversificazione delle produzioni zootecniche che si ottiene anche con la trasformazione aziendale di carne e latte e con la produzione di energia da fonti rinnovabili; fondamentale poi l’innovazione, di prodotto e di processo, per ridurre i costi ed accrescere il valore delle produzioni; è quindi necessario accelerare nell’ottica dell’allevamento sostenibile, attivando servizi ecosistemici e pure iniziative di inclusione sociale per promuovere la crescita e lo sviluppo dei territori.

“L’obiettivo che ci siamo posti – ha concluso il presidente di Confagricoltura Mario Guidi – è quello di sviluppare un settore zootecnico imprenditoriale che sappia cogliere le opportunità di produrre in chiave innovativa e moderna, che sappia acquisire valore aggiunto operando in proprio o in sinergia con gli altri settori produttivi attraverso iniziative di agronetwork o reti di imprese; che produca anche energia rinnovabile; che sia attento al benessere animale, ai territori ed alle risorse ambientali, ma anche socialmente inclusivo”.

Lascia un commento