Sicurezza sul lavoro/INAIL. Comunicazione dell’infortunio sul lavoro a fini statistici (SINP) e Registro degli esposti informatizzato

Dal 12 ottobre scorso sono entrati in vigore gli adempimenti per i datori di lavoro di tutti i settori, compresi quelli del comparto agricolo:
1) obbligo per il datore di lavoro di comunicare telematicamente al SINP (Sistema Informativo Nazionale per la Prevenzione) gli infortuni che comportano l’assenza dal lavoro di almeno un giorno (escluso quello dell’evento), ai sensi dell’art. 18 del d.lgs. n.81/2008. Da tale data l’INAIL – cui è affidata la gestione tecnica ed informatica del SINP – dovrà rendere operativa la predetta comunicazione attraverso il proprio portale web.
Occorre sottolineare che:
– tale comunicazione (valida, per espressa previsione di legge, ai soli fini statistici e informativi) deve essere effettuata telematicamente dal datore di lavoro entro 48 ore dalla ricezione del certificato medico;
– si tratta di un obbligo diverso dall’ordinario obbligo di comunicazione degli infortuni sul lavoro che comportino un’assenza dal lavoro superiore a tre giorni ai fini assicurativi, che rimane in vigore con le consuete modalità;
– la violazione del nuovo obbligo di comunicazione degli infortuni (a fini statistici) comporta una sanzione pecuniaria
2) obbligo di tenuta del Registro informatico degli esposti ad agenti cancerogeni e mutageni, amianto e agenti biologici, in correlazione con gli obblighi di sorveglianza sanitaria per i lavoratori esposti (artt. 243, 260 e 280 del decreto legislativo n. 81/2008). Si ricorda che detto registro è istituito ed aggiornato dal datore di lavoro che ne cura la tenuta per il tramite del medico competente e consegna copia del registro all’INAIL ed all’organo di vigilanza competente per territorio, comunicando ogni tre anni le eventuali variazioni intervenute. Il registro, fino ad ora tenuto in formato cartaceo, verrà sostituito dal 12 ottobre
da quello in modalità informatica
Per la comunicazione dell’infortunio che comporta un’assenza dal lavoro superiore ad un giorno, l’INAIL ha previsto una specifica procedura telematica di trasmissione dedicata al settore agricolo.

Lascia un commento