Riapertura dei termini per rivalutare partecipazioni e terreni

Con la legge di Bilancio 2017 all’articolo 1, commi 554-564, si riaprono i termini per la rivalutazione delle partecipazioni non negoziate in mercati regolamentati, dei terreni edificabili e con destinazione agricola, nonché dei beni d’impresa risultanti dal bilancio dell’esercizio in corso al 31 dicembre 2015, confermando le medesime aliquote per determinare l’imposta sostitutiva 2016 (8% per terreni e partecipazioni, 16% per i beni ammortizzabili, 12% per i beni non ammortizzabili, 10% per l’affrancamento del saldo attivo di rivalutazione). Circa i terreni (sia agricoli che edificabili) e le partecipazioni possedute da persone fisiche o società semplici al 1° gennaio 2017 la norma, nel prevedere la riapertura dei termini per la rideterminazione del loro valore, ha statuito che entro il 30 giugno 2017 dovrà essere redatta ed asseverata la perizia di stima del loro valore nonché il pagamento dell’imposta sostitutiva delle imposte sui redditi e relative addizionali pari all’ 8 %.

Lascia un commento