Fisco: notifica solo via Pec

Dal 1° luglio 2017 gli atti impositivi saranno notificati all’indirizzo di posta elettronica certificata (Pec). Il decreto fiscale, infatti, prevede che la notificazione degli avvisi e degli altri atti (che devono essere notificati alle imprese individuali o costituite in forma societaria e ai professionisti iscritti in albi o elenchi istituiti con legge dello Stato) può essere effettuata direttamente dal competente ufficio, a mezzo Pec, all’indirizzo del destinatario risultante dall’indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata (Ini-Pec). Se la casella di posta elettronica è satura, l’ufficioprocede con un secondo tentativo di consegna decorsi almeno sette giorni dal primo invio. Se anche a seguito di tale tentativo la casella di posta elettronica dovesse risultare satura, oppure se l’indirizzo Pec del destinatario non è valido o attivo, la notificazione si esegue mediante deposito telematico dell’atto nell’area riservata del sito informatico di Infocamere e pubblicazione, entro il secondo giorno successivo a quello di deposito, del relativo avviso sullo stesso sito, per la durata di 15 giorni. Infine, l’ufficio dà notizia al destinatario dell’avvenuta notifica dell’atto a mezzo di lettera raccomandata.

Lascia un commento