Sottoscritto il nuovo contratto per i lavoratori agricoli e florovivaisti

Tra l’Unione Provinciale Agricoltori di Cosenza, rappresentata da Presidente Fulvia Caligiuri, la Federazione Provinciale Coldiretti, rappresentata dal Presidente Pietro Tarasi e la Cia Calabria Nord, rappresentata dal Presidente Ferdinando Mortati per la parte datoriale e la FAI Cisl, rappresentata dal Segretario Generale Giuseppe Lavia, la Uila – Uil, rappresentata dal Segretario Generale Antonio De Gregorio, la Flai – Cgil territoriale di Cosenza, rappresentata dal Segretario Generale Adriano Savaia, la Flai – Cgil territoriale di Castrovillari, rappresentata dal Segretario Generale Silvano Lanciano per i lavoratori, è stato sottoscritto il nuovo contratto per i lavoratori agricoli e florovivaisti della Provincia di Cosenza, la cui scadenza è prevista per il 31/12/2019.

L’aumento contrattuale riconosciuto è del 2,1% con decorrenza dal 1/11/2017. Nel contratto sono previsti, oltre alla valorizzazione del welfare contrattuale, importanti riconoscimenti sul piano normativo dei diritti contrattuali e nuove norme per le pari opportunità, per il contrasto alla violenza di genere, prevedendo il diritto alla conservazione del posto di lavoro per le lavoratrici vittime di violenza.

Potenziate, inoltre, alcune norme a sostegno della contrattazione aziendale e della produttività, per meglio coniugare esigenze aziendali e istanze di lavoratori.

Le parti firmatarie si impegnano, inoltre, a valorizzare il ruolo dell’Ente Bilaterale Agricolo Territoriale, Ebat, che dovrà essere uno strumento efficace a servizio delle imprese e dei lavoratori, utile a favorire il percorso di attuazione sui territori della legge 199 contro il caporalato.

Dichiarazione congiunta:

“Un risultato ottenuto dopo un lungo percorso di confronto, che tiene insieme esigenze delle imprese e tutele dei lavoratori e delle lavoratrici, in una Provincia in cui l’agricoltura rappresenta il settore economico trainante per il presente e per il futuro dei territori e delle comunità”.