Confagricoltura Cosenza: “sì alla reintroduzione dei voucher in agricoltura, quale strumento di flessibilità lavorativa”

Ferve il dibattito, tra forze politiche e imprenditoriali, circa l’opportunità o meno della reintroduzione dell’uso dei voucher in alcuni settori, tra i quali l’agricoltura.

In linea con il Ministro delle politiche agricole Centinaio e con il Presidente di Confagricoltura Massimiliano Giansanti, la Presidente di Confagricoltura Cosenza, Paola Granata, ha sottolineato l’utilità che ha contraddistinto in passato l’utilizzo di tale strumento nel settore agricolo, in cui risulta stringente l’esigenza di fruire di prestazioni meramente occasionali ed accessorie.

“La soppressione dei voucher in agricoltura si è rivelata una decisione errata e affrettata – ha dichiarato la Presidente Granata – poiché, a causa dei numerosi vincoli e delle restrizioni che caratterizzano il contratto di prestazione occasionale, introdotto sostitutivamente ai voucher, esso non si è rivelato affatto funzionale in un settore peculiare quale quello della agricoltura”.

“Sarebbe fortemente auspicabile il ritorno ai voucher in agricoltura – ha spiegato la Presidente Granata – in quanto essi hanno rappresentato, anche in passate contingenze economiche negative, una misura flessibile che ha permesso di evitare il decremento occupazionale nel nostro comparto, di garantire trasparenza nella remunerazione del lavoro occasionale e di contrasto al lavoro nero”.