ANGA

L’Anga Cosenza rappresenta la sezione giovani di Confagricoltura, la sezione provinciale ha una lunga storia che si è evoluta negli anni soprattutto nel territorio della Piana di Sibari, zona naturalmente vocata a produzioni agricole di eccellenza. Tutti i giovani dai 16 ai 40 anni che sono interessati al mondo agricolo, che lavorano nel settore o che semplicemente si appassionano a ciò che possiamo definire la ricchezza del nostro Territorio possono partecipare attivamente alle attività dell’Anga. L’Anga promuove il settore agricolo, sostiene i giovani agricoltori e i loro prodotti, appoggia le iniziative volte a migliorare i servizi nel settore agricolo e dà impulso a tutte le idee che i giovani hanno. Sono ad oggi trentuno i soci che fanno parte dell’Anga Cosenza. La carica di Presidente è ricoperta attualmente da Adriano Tancredi. La sezione di Cosenza dell’Anga è una sezione ricca di soggetti attivi e volenterosi, lo dimostrano le numerose iniziative volute e promosse dell’Anga Cosenza negli ultimi anni. Eventi, iniziative, viaggi, promozioni volute fortemente per sostenere l’importanza dell’associazionismo e delle partecipazione dei giovani di Confagricoltura nell’ambito del proprio Territorio. Per l’anno 2012 l’Anga Cosenza ha promosso l’evento del 20 Aprile nel centro della Città di Cosenza nella cornice del Caffè Letterario dove si è tenuta la prima edizione di “Wine & Fashion” l’evento ha voluto mettere in mostra il settore vitivinicolo cosentino; è stato organizzato nel mese di marzo l’appuntamento nel cosentino del Workshop itinerante dell’Anga Calabria dedicato all’olivicoltura, si è svolto presso un’azienda olivicola sita nel Comune di Corigliano Calabro. Nel mese di maggio si è poi tenuta la seconda edizione di “The Excellence”, una “eccellente” vetrina per mettere in mostra le eccellenze enogastronomiche e di artigianato della Calabria che lavora, vive e produce. L’Anga Cosenza con il suo Presidente e i suoi soci hanno esposto i propri prodotti dimostrando che i giovani che si dedicano con ardore e passione al mondo agricolo sono capace di prendere le redini delle aziende dei loro genitori per cercare di fare ancora meglio. Per mezzo di Anga Cosenza i giovani riescono a farsi promotori del proprio lavoro, del proprio impegno attraverso il lancio e l’impulso che eventi come questi possono dare ai propri prodotti. L’Anga Cosenza si è, anche, resa partecipe al Tavolo di Coordinamento giovani imprenditori della Provincia di Cosenza: Confagricoltura, Confindustria, Confcommercio, Confartigianato e Confesercenti.  Nel mese di novembre ha ospitato la III tappa del Workshop Anga Calabria sul Vino, organizzato a Cariati dai “i Greco”. L’Anga si impegna anche nel sociale: durante la consueta festa estiva dei giovani agricoltori in segno di solidarietà è stato venduto del Parmigiano Reggiano proveniente dalle zone terremotate, un gesto concreto per sostenere e aiutare i giovani colleghi dell’Emilia Romagna colpiti dall’evento calamitoso.L’Anga è anche capace di confrontarsi con le altre istituzioni e dare voce alle problematiche agricole; ne sono esempio l’incontro organizzato nel 2010 sul “Dissesto Idrogeologico: Anga e Confagricoltura Cosenza incontrano i Sindaci del territorio Corigliano Calabro-Cassano-Terranova”, partecipano il Presidente dei consorzi di Bonifica riuniti, ed il Presidente di Confagricoltura Calabria e Cosenza. Importante è stato anche l’incontro organizzato con il Dirigente A.R.C.E.A. Calabria dott.ssa Serenella Rizzo, relativo alla tempistica dei pagamenti pac 2011 e sulle misure agro ambientali e il Seminario informativo “Il ricambio Generazionale in Agricoltura: I Bandi Ismea” con la partecipazione di Paolo Calafiore dell’Eos Consulting. L’Anga è convinta  che la strada dell’interazione costruttiva tra giovani operatori del settore agricolo possa far crescere tutti e possa valorizzare le ricchezze e le eccellenze del proprio Territorio. Certi di aver intrapreso la strada giusta per il futuro, i giovani di Anga Cosenza intendono continuare a camminare in questo modo perché l’azienda agricola sia oggi capace non solo di produrre nel migliore dei modi ma sia anche capace di trasmettere a chi vive fuori dal mondo agricolo la bellezza e la preziosità dei propri frutti.

 

Confagricoltura Donna Calabria

L’associazione Confagricoltura Donna Calabria nasce in seno a Confagricoltura Cosenza dall’esigenza di dare voce all’imprenditoria femminile che nella nostra regione occupa ormai un ruolo fondamentale. Il settore Agricolo, altrimenti definito “Settore Primario”, ha negli anni modificato la sua funzione, passando dalla mera coltivazione di prodotti ad una sempre più variegata offerta di servizi, quali la salvaguardia ambientale, la custodia del patrimonio rurale, la cooperazione tra agricoltura e servizi sociali, la tutela delle tradizioni e dell’enogastronomia. In tali nuovi e sempre più dinamici ambiti d’azione le aziende agricole hanno assunto un ruolo specificatamente “multifunzionale”.  Tuttavia in questo contesto – che impiega una varietà notevole di risorse, anche di ordine economico – la donna ha acquisito un ruolo non riconosciuto appieno e sovente sottovalutato, sebbene la presenza femminile sia crescente all’interno delle aziende agricole e le donne si distinguano nella gestione delle medesime per la loro professionalità. Va fra l’altro rammentato che, attualmente, un terzo delle aziende agricole italiane sono dirette e gestite da donne.
E’ proprio al fine di favorire il processo ora cennato che Confagricoltura Donna Calabria ha deciso di istituire uno sportello cui le imprenditrici della Provincia di Cosenza possono rivolgersi al fine di ottenere informazioni, suggerimenti e chiarimenti in ordine alle problematiche che riguardano la costruzione e gestione della azienda agricola.
Nello specifico l’associazione si propone di:

      • Assistere le operatrici agricole nell’organizzazione e realizzazione delle loro attività;
      • Creare una rete informativa per le socie garantendo una puntuale informazione circa adempimenti, scadenze ed eventi;
      • Sostenere ed incoraggiare consorzi e società tra le imprenditrici agricole;
      • Intervenire presso le diverse sedi istituzionali comunali, provinciali e regionali al fine di promuovere leggi, programmi ed iniziative a sostegno dell’imprenditoria femminile;
      • Promuovere manifestazioni, tavole rotonde, workshop, seminari;
      • Promuovere attività di formazione ed aggiornamento professionale;
      • Promuovere la cultura rurale e l’educazione alimentare e ambientale.

Principale obiettivo della Associazione è, pertanto, quello di far uscire dall’isolamento le aziende gestite da donne, al fine di “far gruppo insieme”, essendo ovvio che in un epoca di sempre maggiore globalizzazione sia imprescindibile la coesione e la cooperazione fra aziende.
Dopo 3 anni di attività la DIAC chiude con un bilancio altamente positivo, in cui risalta una serie di iniziative che hanno condotto, segnatamente sul piano pragmatico, alla realizzazione di taluni importanti obiettivi.
E’ proprio allo scopo di rafforzare l’impegno assunto che è sorta l’esigenza di istituire un luogo d’incontro e di discussione, destinato a consentire la interazione e la sinergia fra aziende agricole gestite da donne. Alla luce di tali premesse la Presidente della  DIAC Paola Granata, <<… rivolge un fervido e pressante invito a tutte le donne che operano nel complesso mondo dell’agricoltura affinché esse possano diventare parte attiva di questo ambizioso progetto. >>